La libidine porta a questo ed ad altro quando un paparino si incula la figlia.

Questo video e` “vero”,ed e` una registrazione amatoriale fatta dal padre mentre si incula sua figlia nel salotto di casa con il consenso della ragazza,di fatto,complice essa stessa dell’incesto e forse piu porca e libidinosa dello stesso padre ( che sicuramente non scherza).Non possiamo dirvi molto di piu,ma sappiamo che il video e` stato caricato dalla coppia incestuosa su un ultra noto sito per adulti di cui ovviamente non possiamo fare il nome ,dove lo abbiamo trovato e scaricato per i nostri fedeli utenti sempre in cerca di curiosita` e di porno piccanti.Nel video la giovane ragazza aspetta a pecorina il paparino ,che nel frattempo ha piazzato la videocamera per le riprese,si vede in primo piano il bel culo sodo da ragazza 18-21 enne al massimo,ma purtroppo non possiamo vedere la faccia,ne di lei ne del padre , che arriva poco istanti “gia pronto” e senza molte ciance infila immediatamente l`uccello nel sedere della figlioletta e lo monta.La pecorina duro poco l`uomo e` grasso e senza alcuna agilita`,l`inculata continua quindi per terra dove il perverso uomo maturo monta il culo di sua figlia sdraiato su di lei con tutto il peso… Non neghiamo che la scena sia piuttosto eccitante,vedere una giovane ragazza in quelle condizioni farsi sodomizzare da un uomo maturo e` pur sempre un esperienza “Toccante” ; Sopratutto se il culetto della ragazza in questione e` veramente niente male.La scena si prolunga con il rimbombo dell`audio della televisione di sottofondo e i gemiti della figlia sodomizzata da suo padre,vestita solo con due stivali di pelle marrone e da da un grosso porco di 50anni sudato che le trapanera` il sedere fino a che le sue palle flaccide non si svuoteranno completamente all`interno del suo culetto.Che padri al giorno d`oggi e che Figlie,riescono a creare un aria cosi calda,cosi “casalinga” e normale a cio che normale non e` di sicuro!!!!!,ma che a molti di noi piace guardare ;-).Seguiteci per altre chicche del genere!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*